5 modi per diventare più ottimisti usando la Psicologia Positiva (prevenendo problemi cardiovascolari)

Le malattie cardiovascolari sono responsabili del 44% di morti nel nostro paese. Un numero enorme, spaventoso. Ma cosa possiamo fare noi per prevenire queste problematiche?
È proprio per dare maggiori risposte a queste domane che è insortao, ultimamente, un nuovo termine che esprime i risultati di ricerche integranti i classici studi cardiovascolari e la Psicologia Positiva:Positive Cardiovascular Health
Si prendono quindi in considerazione aspetti come l’ottimismo, la consapevolezza, l’avere uno scopo nella vita. L’ottimismo, in particolare, sembra avere un ruolo centrale al benessere sia mentale che fisico.

Quindi, qua, vi lascio 5 cose che possiamo fare per sviluppare un atteggiamento mentale positivo e prevenire problemi cardiovascolari!

1.  Prova la Meditazione o la Yoga

Si sa che chi pratica meditazione o Yoga ha pulsazioni più basse del resto della popolazione. Questo avviene perché allenano la mente ad essere allineata con il respiro ottenendo l’abilità di monitorare consapevolmente il loro battito cardiaco avendo pieno coscienza della loro respirazione. Gli esercizi di respirazioni aiutano, inoltre, a calmare la mente ed a facilitare i pensieri ottimisti.
La meditazione è un’attività semplice, ma non facile. Così abituati a pensare, ad incasellare le cose che vediamo e proviamo, ci risulta quasi impossibile scendere nel presente ed entrare in contatto con quello che sentiamo.
CLICCA QUI per qualche consiglio su come iniziare a meditare!

2. Circondati di Persone Ottimiste

Le persone che ci circondano ci influenzano inevitabilmente. È ovvio che noi abbiamo la responsabilità della nostra vita ma bisogna anche vedere la realtà per quella che è. Non siamo isole, ma esseri che ci influenziamo a vicenda e chi ci sta intorno è inevitabilmente parte della nostra vita.
Si dice che siamo la combinazione delle cinque persone più vicine a noi. Non so se sia vero, ma è evidente che è quasi impossibile sviluppare un approccio mentale ottimista se interagiamo continuamente con persone che guardano solo il negativo, ciò che non va, ciò che dovrebbe essere diverso. Prova a stabilire conversazioni focalizzate sul positivo, su ciò che di bello esiste nel mondo.
Trova persone o storie che ti possono ispirare; che ti possono aiutare ad essere più ottimista e positivo!
Perché ricorda che vale la regola secondo la quale: Se cerchi la bellezza, la troverai ovunque!

3. Tieni un Diario della Gratitudine

Un tema di cui si sente parlare sempre più spesso, pure qui: la gratitudine. Essere grati, sentire la fortuna per quel che abbiamo.
La gratitudine incrementa la sensazione di felicità e di benessere, aiutandoci a diventare più ottimisti per il futuro. Vedere il bello che c’è già ora qui, nella nostra vita, ci spinge a pensare e a vedere il bello che avremo.
Tenere un diario giornaliero della gratitudine porterà sempre più aspetti postivi nella nostra vita, emergeranno con più frequenza e svilupperemo quell’attenzione verso il buono che tanto ci manca. Perché di buono, nella vita, ce ne è un sacco. Davvero.
Un esempio? Siamo ancora vivi!!!

Scopri come la gratitudine può salvarci la vita!

4. Esci dal Bias della Negatività

Il bias della Negatività è la tendenza che abbiamo a dar rilevanza agli aspetti negativi di un determinato evento. Il positivo finisce così in secondo piano, offuscato da questo mostro della negatività. Come possiamo sviluppare un modo di pensare ottimista se continuiamo imperterriti a dar peso solo a ciò che vi è di negativo in una situazione?
Qualsiasi cosa che otteniamo porta con sé una perdita.
Perché invece non prendersi un attimo per pensare a ciò che di buono c’è nella situazione che stiamo vivendo. Questo atteggiamento ci permette di diventare più consapevoli e di agire attivamente. Non siamo più le vittime ma ci sforziamo per vedere la realtà, decidendo di focalizzarci sul buono. Con un po’ di pratica, ci abitueremo a far emergere il lato luminoso di ogni momento.

5. Stop alle eccessive preoccupazioni!

Al nostro cuore nulla fa più male dello stress, l’ansia e l’eccessiva preoccupazioni. Certo, sigarette e vodka non gli fanno bene, ma almeno ci danno un brivido di pseudo-felicità.
Preoccupandoci ossessivamente come siamo soliti fare, ci immaginiamo il più brutto e negativo scenario possibile che, ovviamente, non aiuta ad essere più ottimisti ma a sviluppare problemi cardiovascolari.
Cosa possiamo fare quindi per evitare la preoccupazione?
Bene, credo che il primo passo sia proprio evitare di evitarla.
Accettiamo, piuttosto, il fatto di essere preoccupati e gradualmente cerchiamo di prendere distacco da questo. Chiamiamo un amico, facciamo una passeggiata, respiriamo consapevolmente per 10 minuti. E poi torniamo nella situazione e vediamola con chiarezza.
C’è qualcosa che possiamo far per migliorarla? Sì? Ecco, allora è semplice: facciamola!!!

Quindi queste erano le 5 cose che possiamo far per prevenire le malattie cardiovascolari usando la Psicologia Positiva e sviluppare un atteggiamento mentale Ottimista.

Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti qua sotto!
E, mi raccomando…STAY POSITIVE!

———————–
Qui il link dell’articolo in Inglese da cui ho tratto le informazioni!

 

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /home/chapterz/public_html/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 121